Justin Townes Earle – Absent Fathers

Chissà come l’avrà presa il vecchio Steve Earle: un figlio che intitola un disco “Absent Fathers” non è esattamente una di quelle cose che riempiono di orgoglio un genitore… “Deve averla vista come una scelta artistica, altrimenti è probabile che sarebbe incavolato nero”, si schermisce con un sorriso Justin Townes Earle.
A pochi mesi di distanza dal precedente “Single Mothers”, “Absent Fathers” porta a compimento un dittico pensato inizialmente come un doppio album, in cui i riferimenti autobiografici non possono non saltare subito all’occhio. La suddivisione in due capitoli separati è più che altro un espediente pratico: “Di questi tempi”, confessa, “è dura convincere qualcuno a sedersi per un’ora ad ascoltare un disco”. Ma è un’ispirazione unitaria a fare da denominatore comune ai due album gemelli, conducendo Earle jr. a legare tra di loro alcune delle pagine più personali del proprio canzoniere.

Continua a leggere su OndaRock

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...