M. Ward – More Rain

m-ward_cvr_sq-56d623a18e488d6e7b0f5d58cdd36533a0b94430-s300-c85Riconferma o ripetizione, questo è il dilemma. Quando un autore arriva a consolidare una cifra stilistica collaudata e riconoscibile come quella di M. Ward, la tentazione è dietro l’angolo: ogni nuovo disco rischia di essere etichettato subito come il solito disco.
“More Rain”, ottavo capitolo di una carriera praticamente senza inciampi, non fa niente per sciogliere il dubbio. Mettendo deliberatamente in scena tutto quello che ci si potrebbe attendere da un album di M. Ward: eleganza retro-pop, cantautorato dalle ascendenze folk e una lista di ospiti ancor più ricca che in passato. “Tutti i miei dischi, nella mia mente, sono come un unico, lungo album”, ammette lui stesso. Se il precedente “A Wasteland Companion” era già un perfetto riassunto delle puntate precedenti, “More Rain” suona insomma come un passo in più verso il confine con la maniera.

L’eco della pioggia che introduce il disco è il suono di una giornata uggiosa sotto le nuvole di Portland, quando la musica diventa l’unica compagna capace di riportare il sole. “La musica è la reazione migliore al brutto tempo”, conferma Ward. E la musica di “More Rain” è un continuo tentativo di riportare il sereno, nel cielo come nella vita: “Tutte le mattine leggo il New York Times e spesso sembra solo che le cose vadano sempre peggio. Nella mia vita, la musica ha la capacità di incanalare tutta l’ansia e la negatività”.

Continua a leggere su OndaRock

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...